DONNA TITÌ / BRANDING

“Titì!... Titì!... Arrivò Titì!” “L'abbanniata” risuonava nei campi quando era l’ora di pranzo e annunciava il ristoro. Lei sbucava all'improvviso in groppa al mulo, con le ceste nei "canceddi", piene di busiate al ragù. Nessuno faceva la pasta di casa come lei, Donna Titì portava la festa nei campi e il duro lavoro, per un momento, si addolciva.

È così che Donna Titì è entrata nel mito a dorso di mulo. Le sue gesta culinarie diventano leggenda e vengono tramandate oralmente fino ai giorni nostri. A quel tempo, nelle campagne di Santa Ninfa, in Sicilia, non si usava scrivere le ricette su un quaderno, ma si tramandavano verbalmente, di madre in figlia.

Il progetto di branding di Donna Titì ha lo scopo di dare forma a questa leggenda, una identità vera e una narrazione verosimile, che parte da una vecchia foto e dal recupero di una “ricetta perfetta” per preparare la pasta fresca e il ragù di carne.

Attraverso l’immagine al tratto di Donna Titì, la ricerca di caratteri tipografici, iconografie e cromie proprie della sua epoca e l’utilizzo di carte naturali per le confezioni, abbiamo inteso dare forma al mito.
Back to Top